Lazio: approvato il calendario venatorio 2021/2022

Calendario venatorio Lazio 2021/2022: sospensione moriglione e pavoncella

L’approvazione del calendario venatorio del Lazio per la stagione 2021/2022 è accompagnata dalla sospensione temporanea della caccia a moriglione e pavoncella. La beccaccia sarà cacciabile fino al 20 gennaio e la caccia a colombaccio e ghiandaia è estesa fino al 10 febbraio.

Alcune direttive riguardano solo il mese di gennaio, nello specifico è consentita la caccia per 3 giorni a settimana, uso dei cani per la caccia alla volpe solo se programmata o nei territori a gestione privata in assenza di ripopolamenti faunistici. E ancora, uso del cane da seguita per la caccia al cinghiale ed infine, la caccia al fagiano è consentita solo nelle aziende faunistico-venatorie e nei territori in cui sono previsti interventi di gestione.

Le date per specie:

Allodola: 2 ottobre – 30 dicembre
Alzavola, beccaccino, canapiglia, codone, fischione, folaga, frullino, gallinella d’acqua, germano reale, marzaiola, mestolone, porciglione, volpe: 19 settembre – 31 gennaio
Beccaccia: 2 ottobre – 20 gennaio
Cesena, tordo bottaccio, tordo sassello: 2 ottobre – 31 gennaio
Cinghiale: 1° novembre – 31 gennaio
Colombaccio, ghiandaia: 2 ottobre – 10 febbraio
Coniglio selvatico, merlo: 19 settembre – 30 dicembre
Cornacchia grigia, gazza: 19 settembre – 13 gennaio
Fagiano: 19 settembre – 31 gennaio
Lepre: 19 settembre – 9 dicembre
Quaglia: 19 settembre – 31 ottobre
Starna: 2 ottobre – 29 novembre
Tortora: 19 – 30 settembre

 

Ulteriori informazioni:

La caccia alla starna è possibile solo dove le popolazioni si sono stabilizzate e nelle aree a gestione attiva. Il prelievo non può superare il 15% della consistenza stimata.
L’addestramento cani è consentito dal 16 agosto fino alle 11 e fino alla prima metà di settembre fino alle 19, successivamente  solo se l’uscita è registrata come giornata di caccia.