Cani da caccia e cacciatori: un legame lungo 8000 anni

cani

Il cane è il miglior amico dell’uomo, ma anche il più fedele. E questa fedeltà, affonda le radici nella storia dell’essere umano. Tutto ciò è stato raccontato e rappresentato per secoli, e un ulteriore prova, forse quella più importante, è stata la recente scoperta di alcune incisioni su pietra rinvenute nel Deserto Arabico che ritraggono scene di caccia in cui i cacciatori sono accompagnati dai cani, che in alcuni casi, sono anche legati a quello che può essere una sorta di guinzaglio arcaico.

Secondo il gruppo di archeologi e ricercatori, le scene di caccia raffigurate potrebbero essere la più antica rappresentazione di cani mai documentata nella storia. Infatti, la funzione dei cani preistorici nella caccia non è facilmente riscontrabile nella documentazione archeologica.

Il materiale è stato rinvenuto nel nordovest dell’Arabia Saudita, nei siti archeologici di Shuwaymis e Jubba.

I cani raffigurati ricordano la razza moderna di Canaan, non è chiaro se siano stati portati nella penisola arabica dal Levante o rappresentino un addomesticamento indipendente di cani dai lupi arabi.

Le scene ritrovate sono ben 147 e mostrano i cani che partecipano a una serie di strategie di caccia basate sull’ambiente e sulla topografia di ciascun sito. Particolarmente notevole è l’inclusione di guinzagli su alcuni cani, le prime prove conosciute nella preistoria.

Ultimi Arrivi

  • 45,00
    Aggiungi al carrello
  • 135,00
    Aggiungi al carrello
  • 75,00
    Aggiungi al carrello
  • 80,00
    Aggiungi al carrello