Cacciatori italiani, sempre meno i giovani!

Cacciatori italiani

Ogni anno nel nostro paese assistiamo ad un calo considerevole dei cacciatori italiani, a differenza della Germania in cui negli ultimi 40 anni, si è registrato un aumento costante del numero dei cacciatori.

Attualmente i cacciatori italiani sono circa 700 mila e rappresentano poco più del 1 per cento della popolazione. I dati di Istat e Federcaccia evidenziano come dal 1980 al 2002 i cacciatori in Italia siano passati da 1.700.000 a 730.000, un’importante diminuzione del circa 60%.

Dato ancora più importante e sconfortante , assolutamente da sottolineare, riguarda l’età media in continuo aumento, che si aggira tra i 65 e i 78 anni. Questo non può che evidenziare come sia presente oggi giorno un fisiologico cambio di mentalità e disinteresse della pratica da parte delle nuove generazioni, unito anche ad una sempre maggiore diminuzione delle aree naturali.

La causa principale sono però le istituzioni che hanno fatto davvero poco, quasi nulla, a difesa dell’immagine del cacciatore e per incentivare il rilascio di nuove licenze. Finalmente notizie positive giungono dalla regione Liguria, la quale ha promosso una bella iniziativa per invogliare i giovani ad avvicinarsi e appassionarsi all’attività venatoria. Tesserino gratuito e orari più elastici, dato che le indicazioni dell’istituto superiore per la ricerca e protezione ambientale (ISPRA) sono considerate da tanti davvero troppo restrittive.

Andrea Costa, presidente della commissione Attività Produttive, afferma come questa novità possa rappresentare una decisiva inversione di tendenza, perché con questa agevolazione, viene riconosciuto finalmente il ruolo legittimo dei cacciatori: risorsa determinante per la fruibilità dei nostri boschi, in quanto partecipano a contribuire alla pulizia dei sentieri e controllo dell’entroterra.

Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere aggiornato sul mondo della caccia

Loading

Il nostro auspicio è che questa significativa iniziativa, possa essere presa in considerazione anche da parte di tutte le altre regioni, per difendere le figure dei cacciatori italiani e affinché si possano invogliare sempre più giovani a iniziare a coltivare questa magnifica passione.

Ultimi Arrivi