Caccia e coronavirus: la solidarietà dei cacciatori

cacciatore-coronavirus

Cacciatori, COVID-19 e tanta solidarietà

Molti sono i cacciatori, le associazioni e gli enti che in questi giorni si sono dimostrati solidali nei confronti di chi sta lottando contro il coronavirus. Quando si parla di solidarietà il mondo venatorio non resta a guardare e mostra grande sensibilità.

In Veneto ad esempio i cacciatori rinunciano al contributo regionale stanziato per il mondo venatorio (circa 300 mila euro), per devolverlo totalmente a favore della sanità veneta che sta fronteggiando l’emergenza coronavirus.

Anche i cinghiali nel bolognese per fronteggiare l’emergenza, donano un ventilatore polmonare del valore di 11 mila euro, all’ospedale di Porretta Terme. Un piccolo gesto sicuramente apprezzato dal dott. Maurizio Ongari direttore dell’Unità complessa Medicina di Porretta.

Federcaccia e Confederazione cacciatori toscani donano 35 mila euro a ESTAR, l’Ente dedicato al suppporto del Servizio sanitario della Toscana. Questo raccolta fondi garantirà l’acquisto di farmaci, dispositivi medici, dispositivi di protezione individuale e attrezzature sanitarie indispensabili a contrastare e combattere l’emergenza sanitaria Covid-19.

Anche in Sardegna e più precisamente ad Ales, è stato compiuto un bellissimo gesto di solidarietà dall’Associazione Caccia, Pesca e Tradizioni fornendo protezioni in plexigas per gli operatori del centro unico di prenotazione del poliambulatorio di Ales.

Federcaccia di Massa-Carrara ha devoluto 20.000 euro per l’acquisto di due respiratori per la sanità toscana.

A Lecco i cacciatori hanno destinato 20 mila euro di cui 10 mila euro donati dal Comprensorio Alpino Prealpi Lecchesi, 3 mila euro donati dal Comprensorio Alpino Alpi Lecchesi e 7 mila euro donati dalla Federcaccia Provinciale di Lecco, per l’acquisto di materiale sanitario.

Nel bresciano e nel bergamasco le sezioni di Federcaccia Brescia e Bergamo hanno donato agli ospedali oltre 110 mila euro per l’acquisto di undici ventilatori presso volumetrici.

Queste e molte altre azioni di solidarietà sono state fatte dai cacciatori italiani che dimostrano ancora una volta sensibilità e grande cuore.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *